Visione, esperienza e fiducia: la capacità di 'saper vedere l'invisibile'. Come fa il contadino ...

C'è un altro concetto molto interessante e importante, tra i tanti emersi nel corso della serata che ho organizzato all'Hotel Visconti Palace di Milano – che ha avuto per ospite e relatore lo psicologo Luca Mazzucchelli –, oltre a quelli che ho già trattato sul Blog del 15 febbraio.

Mi riferisco a questo: alla capacità di 'saper vedere l'invisibile'. Cosa significa? I tanti clienti, colleghi, amici, potenziali clienti, che hanno preso parte all'incontro sanno già di cosa si tratta. Non significa certo avere le allucinazioni o strani poteri, vuol dire saper vedere oltre il presente, il contingente, oltre a ciò che abbiamo già davanti agli occhi, e che quindi vedono tutti. Come? Con lungimiranza, visione, esperienza e fiducia. Fiducia in ciò che si fa, nel proprio lavoro e nelle persone con cui si lavora.

Non a caso Mazzucchelli, nel suo intervento al Visconti Palace, ha spiegato questo concetto usando la metafora del contadino: “il contadino ha fede, ha fiducia, nel fatto che un seme si trasformerà in qualcosa di più grande. Quando getta i semi sul terreno non ha alcuna certezza su come germoglieranno e sui risultati che daranno”, ha rimarcato: “i semi potrebbero essere mangiati dagli uccelli poco dopo essere stati gettati, il gelo e il maltempo potrebbero danneggiarli, la grandine o altri imprevisti potrebbero rovinare il raccolto. Eppure il contadino, con esperienza e fiducia, porta avanti il suo lavoro, e lo fa perché ha la capacità, appunto, di 'saper vedere l'invisibile'. Ha la capacità e la fiducia, in sostanza, di vedere di fronte a sé quello che può 'nascere', crescere, dare frutti”. Senza avere certezze che sia così, ma queste capacità lo portano a guardare avanti. E in genere non si sbaglia: i frutti e i risultati poi arrivano.

 

Questa metafora, e questa capacità di 'saper vedere l'invisibile', valgono allo stesso modo anche nel mondo del risparmio, della finanza personale e degli investimenti. Perché anche qui, nel nostro settore, sono essenziali visione, esperienza e fiducia. È essenziale 'saper guardare e vedere oltre'. Oltre l'attualità del presente, che questo già lo vedono tutti.

Va considerato che gli anni non sono tutti uguali dal punto di vista della gestione del patrimonio e dei risultati, anzi, scenario, effetti e prospettive possono cambiare notevolmente.  E non esistono ormai più, come in passato, tassi di interesse al 3 o 4 per cento, non esistono più i Bot che fruttavano bene, non esiste più la possibilità di difendere, e anche incrementare, il proprio patrimonio semplicemente lasciandolo fermo, senza fare nulla. Un’altra variabile importante da tenere in considerazione è il tempo di attesa, necessario per vedere realizzati e per raggiungere determinati obiettivi.

In questo senso, è ancora chiara la metafora del contadino: che può seminare e provare a immaginare quello che sarà il proprio raccolto futuro, dopo qualche stagione, ma il risultato finale non è mai qualcosa di matematico, è legato a diversi fattori e variabili. Per cui, dopo aver seminato il campo, è fondamentale gestire al meglio i fattori e le variabili che incidono sul risultato finale. Per fare tutto ciò occorrono competenze adeguate e tempo adeguato. E lo stesso vale anche in ambito finanziario, per i risparmi e investimenti di ognuno e di ogni famiglia.

 

L’attuale situazione patrimoniale del Paese è caratterizzata da un eccesso di liquidità lasciata inattiva sui conti correnti bancari, pari a un patrimonio complessivo di circa 1.500 miliardi di euro. È anche l’effetto dell’incertezza dello scenario che ci circonda, dei dubbi che frenano i cittadini e risparmiatori (innanzitutto quelli non assistiti e supportati in maniera adeguata), e che tengono bloccato gran parte del proprio patrimonio perché “non si sa mai”.

Ma, non solo ci sono strumenti e soluzioni finanziarie ad hoc in grado di dare risposte efficaci, e remunerative, anche per fronteggiare queste incertezze e questo “non si sa mai”; soprattutto tenere fermi i capitali sul conto corrente a interessi (pressoché) zero è uno spreco di risorse e di opportunità che si perdono. Che non daranno i risultati che potrebbero dare.

Per questo è importante, è fondamentale, avere visione, esperienza, fiducia negli strumenti (finanziari) che si hanno a disposizione e nelle persone che possono aiutare a utilizzarli al meglio, in questo caso noi Consulenti Finanziari.

Per questo è fondamentale 'saper vedere l'invisibile', come fa il contadino, per mettere a frutto le opportunità, i 'semi' e le risorse che abbiamo, e per raccoglierne i frutti e i risultati quando i tempi sono maturi.

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi e ricevere una consulenza.

Contatti

Adriano Loponte

Piazza Erculea 15
20122 - Milano
Seguimi

Per una prima consulenza, scrivimi!