CI SONO ALMENO 5 BUONI MOTIVI PER INVESTIRE IN FINANZA SOSTENIBILE

L'Allianz Bank Business Forum  è il Forum online di Allianz Bank in diretta streaming sulla cultura finanziaria, e l'appuntamento del 14 Settembre era tutto dedicato al tema del titolo, ovvero 'Esg, la sfida della Finanza Sostenibile', dove Esg sta per Environmental, Social, Governance. Dopo la presentazione e l’introduzione dell’amministratore delegato di Allianzbank Paola Pietrafesa, il giornalista e conduttore televisivo Fabio Tavelli, ha guidato l’evento  in diretta web. Relatori dell’incontro Gabriele Pinosa, socio fondatore e presidente di GO-SPA Consulting e specialista in economia dei mercati finanziari, insieme a Julie Tedeschi, Asset manager di Allianz Global Investors. 

Ma, per i meno esperti, è meglio iniziare l'argomento dalle basi. E cioè, cos'è la  Finanza Sostenibile? È l'applicazione del concetto di Sviluppo Sostenibile all'attività finanziaria. Quindi, la Finanza Sostenibile “si pone l'obiettivo di creare valore innanzitutto nel lungo periodo, indirizzando i capitali verso attività che non solo generino un plusvalore economico, ma siano anche utili alla società e non siano a carico del sistema ambientale”, rimarca Pinosa. Che sottolinea: “la Finanza Sostenibile sta trasformando l'ecosistema del mercato dei capitali”. Con l'obiettivo di perseguire obiettivi di crescita sostenibile, in vari modi: emettere obbligazioni Green, Social e sostenibili, essere una società attenta ai temi della sostenibilità, accedere a investitori e investimenti Esg, scoprire esperienze di successo e risorse di valore. In pratica, “la finanza sostenibile consiste nello scegliere su quali Asset operare non solo in base ai possibili profitti, ma anche considerandone il possibile impatto sociale”, spiega Tedeschi. Conosciuta anche come finanza responsabile o investimento etico, la finanza sostenibile è strettamente correlata all’Impact investing, che cerca di avere un impatto positivo e tangibile sull’economia. 

Per continuare con questo glossario di base di concetti importanti, che cos'è l'investimento responsabile? Per investimento responsabile (Ir) si intende l'attività in base alla quale agli obiettivi tipici della gestione finanziaria, cioè l'ottimizzazione del rapporto tra rischio e rendimento in un dato orizzonte temporale, si aggiungono obiettivi e finalità di natura ambientale, sociale e di governance. Da qui l'acronimo Esg, che sta appunto per Environmental, Social, Governance. E cosa caratterizza, ad esempio, un investimento socialmente responsabile? “Ciò che caratterizza questo tipo di investimento è la scelta consapevole di investire in una società o fondo considerato attento alle questioni sociali”, osserva il socio fondatore e presidente di Go Consulting: “ovviamente, trattandosi pur sempre di un investimento, ci si aspetta comunque di realizzare profitti”. Di solito gli investitori scelgono società attive nell’ambito della giustizia sociale, la sostenibilità ambientale, le energie e le tecnologie pulite o simili. La finanza sostenibile consiste anche nell’evitare quelle industrie con possibile impatto negativo sulla società o dannose per l’ambiente, come quelle produttrici di alcool, tabacco, petrolio e gas, Fast food o gioco d’azzardo. 

Gli investimenti socialmente responsabili, o Sustainable and Responsible Investment (Sri), rappresentano un approccio e un 'comportamento' finanziario che portano a un’economia responsabile, incoraggiando le società di investimento a includere nelle loro valutazioni non solo i classici criteri finanziari ma anche quelli extra-finanziari. Il patrimonio netto globale di investimenti socialmente responsabili, secondo una ricerca Morningstar, ha superato i mille miliardi di dollari, con una crescita del 72% nel secondo trimestre del 2020.

 

Ma quali sono i vantaggi e i buoni motivi – oltre a quelli etici e di impatto sul mondo e sulla vita di tutti – di investire in finanza sostenibile? Ce ne sono almeno cinque. Eccoli. Uno: le società in linea con i principi Esg possono anticipare tendenze e opportunità legati al cambiamento climatico. Due: un alto punteggio Esg mette in evidenza le società disposte a investire nel lungo termine. Tre: le società con alto punteggio Esg attirano un interesse crescente, in modo particolare tra i Millennials e le persone più attente alla sostenibilità. Quattro: come certifica il Report Morningstar del giugno scorso, i fondi sostenibili si sono comportati meglio di quelli tradizionali anche durante il forte calo dei listini azionari generato dai timori per la pandemia di Covid 19. Quinto, e certo non ultimo: le società con alti punteggi Esg tendono ad avere bilanci più solidi e un vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza.

Quindi, rileva Pinosa, “investire in finanza sostenibile non significa sacrificare la redditività, tutt'altro. Analizzando bene situazioni e risultati, spiccano la 'resilienza' e l'apertura ai profitti dell'investimento Esg”. Tipi e modalità di investimenti socialmente responsabili possono essere diversi e variegati. Ad esempio, il listino 'MSCI United Kingdom SRI Index' include solamente società che hanno punteggi Esg eccezionalmente positivi. “Un altro modo di investire in modo socialmente responsabile è quello di guardare ai Mutual funds o agli Etf – Exchange traded funds –, come altre soluzioni”, osserva Tedeschi. Molti fondi di investimento raggruppano compagnie esplicitamente votate alla giustizia sociale o che a loro volta finanzieranno altre società che danno priorità a tematiche ambientali e sociali. Insomma, c'è l'imbarazzo della scelta. Ma è una scelta sempre più strategica e importante.

 

 

 

 


 

 

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi e ricevere una consulenza.

Contatti

Adriano Loponte

Piazza Erculea 15
20122 - Milano
Seguimi

Per una prima consulenza, scrivimi!