LA RICCHEZZA ITALIANA

Le famiglie italiane sono più ricche di quelle di altri paesi europei, comprese quelle francesi e tedesche.


ISTAT E BANCA D’ITALIA PRESENTANO I RISULTATI SULLA RICCHEZZA ITALIANA

blog_finanza_adriano_loponte

 

A fine 2017 la ricchezza netta delle famiglie italiane è pari a 9743 mld di euro, oltre 8 volte il loro reddito disponibile. E’ questa una ricchezza sostanzialmente composta da due diversi fattori, da una parte la componente immobiliare, dall’altra quella relativa alle disponibilità finanziarie.

Oltre a questo gli italiani tendono a indebitarsi meno rispetto alla media degli altri paesi europei. Il dato preoccupante che emerge dalla ricerca è che il grande vantaggio che gli italiani avevano nell’ultimo decennio, rispetto agli altri paesi europei si è di molto assottigliato. La ricchezza delle famiglie italiane, fatte sostanzialmente di risparmi, dal 2012 al 2016 è scesa di molto ( anche perché i redditi sono rimasti fermi) .

Al contrario in altri paesi europei come Francia e Germania, dove le famiglie sono sì meno ricche come patrimonio, ma hanno visto crescere i loro salari e quindi anche la loro ricchezza complessiva. Per questo motivo la forbice con gli altri paesi europei si è di molto assottigliata e oggi  la Germania sta per superarci. Malgrado questo dalla ricerca Banca d’Italia e Istat, presentata il 7 maggio, emerge che  la ricchezza delle famiglie italiane nel 2017 è ritornata a crescere facendo segnare un +1% rispetto all’anno precedente, soprattutto grazie all’aumento delle attività finanziarie.

La ricchezza delle famiglie italiane è costituita soprattutto da patrimonio immobiliare e per il 41% in attività finanziaria. Gli investimenti delle famiglie italiane sono quindi abitualmente investiti in primis in immobili poi in depositi e conti correnti, infine in fondi comuni e altri strumenti del risparmio gestito. Il problema di questo dato è che la nostra ricchezza è enorme ma è rimasta invariata rispetto al reddito.

E’ il reddito degli italiani che è stagnante, non solo la ricchezza. Le famiglie italiane conservano una buona propensione al risparmio, questa è un’ottima caratteristica, il problema però è che questi risparmi non vengono investiti in attività reali che aiutano a favorire la crescita, ma in molti casi sono mantenute liquide o investite nel brevissimo periodo su conti correnti o depositi.

Dove puoi trovarmi

Qui troverai tutte le informazioni per contattarmi e ricevere una consulenza.

Contatti

Adriano Loponte

Piazza Erculea 15
20122 - Milano
Seguimi

Per una prima consulenza, scrivimi!